Piante in camera: si o no?

Disposte per tutta la casa le piante rendono l’ambiente più familiare ma anche più sano.

Ci chiediamo però se in camera da letto le piante facciano bene oppure no.

Le piante di notte consumano ossigeno e producono anidride carbonica, ma se pensiamo alla quantità di CO₂ emessa da qualche pianta in camera da letto, questa è davvero esigua. Di fatto non è in grado di danneggiare la salute di chi le dorme accanto. Lo dimostrano numerosi studi, oltre che una recente scoperta della Nasa. Secondo questo studio, anche l’aria delle nostre case contiene alcuni elementi nocivi che possono essere neutralizzati fino all’85% grazie alla presenza di determinati tipi di piante.

Secondo la Nasa, i benefici legati alla presenza di piante in camera da letto sono ben maggiori degli eventuali “danni”. Ci sono, infatti, piante con il potere di pulire l’aria, assorbendo le sostanze nocive e rilasciando ossigeno. In pratica, purificatori d’aria naturali. Vediamo insieme qualche esempio.

•L’Areca: è la prima a essere citata tra le piante adatte a essere collocate in camera da letto. Filtra benzene, tricloroetilene e formaldeide, soprattutto se posizionata vicino i mobili verniciati. Ideale anche in caso di raffreddori frequenti poiché rilascia nell’aria una quantità di umidità tale da favorire la respirazione.
• L’Aloe Vera ha il potere di rilasciare ossigeno per tutta la notte e di assorbire benzene e formaldeide. È facile da curare e non necessita di attenzioni particolari. Attenzione però a cani e gatti perché questa pianta è tossica per loro.
• L’Edera elimina efficacemente muffe, tricloroetilene, formaldeide, benzene e monossido di carbonio. Anche l’edera è tossica per cani e gatti: meglio posizionarla su una mensola (l’ideale anche da un punto di vista decorativo).
• La Gerbera elimina tricloroetilene, benzene e formaldeide. Non risultano tossiche né per i cani né per i gatti, quindi, via libera alle gerbere anche se hai un amico peloso in casa.
• La Sanseveria emana ossigeno per tutta la notte; filtra la formaldeide, il tricloroetilene e il benzene; assorbe anche l’elettrosmog prodotto dai cellulari e dai computer; è facile da coltivare; le sue foglie verde brillante sono bellissime. Occhio: le foglie sono tossiche per cani e gatti.

Meglio evitare, invece, piante troppo profumate: potrebbero disturbare il sonno, provocare emicrania o nausea al risveglio

In conclusione possiamo dire che le piante non sono nocive nella camera da letto se messe nella giusta quantità.

Pubblicato da imparadormire

Siamo specializzati nella vendita di guanciali, reti per letto e materassi certificati e made in Italy. Poniamo particolare attenzione al continuo miglioramento dei prodotti, con attività di ricerca mirate a nuove performance di durata, comfort e sicurezza che puntano al raggiungimento della massima qualità. Ricerchiamo in modo continuo prodotti che possano migliorare sempre più il sonno dei nostri clienti andando incontro alle esigenze del singolo. L’intero ciclo produttivo è seguito in modo minuzioso dai nostri esperti con continue verifiche sia alle materie prime sia alle fasi di produzione L’alta qualità dei nostri prodotti garantisce una maggior durata nel tempo e una deformazione molto bassa. Inoltre siamo molto attenti alla salvaguardia dell’uomo e dell’ambiente utilizzando prodotti atossici e a basso impatto ambientale. Con questo blog vogliamo rispondere a tutte quelle domande che vi ponete quando si parla di dormire bene, aiutandovi anche nella scelta dei prodotti più adatti alle vostre esigenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: